Skip To Content

Può pubblicare feature layer ospitati

L'Editore dell'organizzazione può ospitare dati feature in ArcGIS Enterprise pubblicando feature layer hosted. ArcGIS Enterprise supporta varie origini affinché ciò sia possibile. Utilizzare uno dei seguenti elementi per pubblicare un feature layer hosted:

I Feature Layer sono utili quando si devono esporre dati vettoriali per la visualizzazione, l'interrogazione e la modifica di altri membri dell'organizzazione o quando si desidera condividere una tabella di attributi non spaziali. Ospitare un Feature Layer in ArcGIS Enterprise è una modalità di condivisione dei dati tra colleghi, tramite mappe, app e map viewer desktop.

I feature layer sono più appropriati per i layer funzionali che si trovano nella parte superiore dei layer di riferimento, come ad esempio una basemap. Ad esempio, un Feature Layer può contenere informazioni in merito ai segnali stradali del vicinato. Ciascuna feature (cartello stradale) potrebbe includere il nome della strada, la data di installazione e l'URL di un sito Web per segnalare eventuali problemi al dipartimento stradale locale.

Per completare i passi nelle seguenti sezioni, sono richiesti i privilegi per pubblicare Feature Layer hosted e creare contenuto.

Pubblicare un file CSV

Se hai dei file CSV memorizzati sul tuo computer che contengono indirizzi o coordinate, puoi accedere al portale e pubblicare funzioni o tabelle dai file CSV. Il Feature Layer così ottenuto viene pubblicato come servizio nel server di hosting del portale. Questi servizi vengono definiti Feature Layer hosted.

I seguenti passaggi illustrano come pubblicare feature o tabelle dal sito Web del portale utilizzando un file CSV. Le feature vengono pubblicate nel sistema di coordinate Web Mercator WGS 1984 (Auxiliary Sphere).

Nota:

Questi file non applicano nomi di campo univoci, ma i nomi dei campi nei feature layer hosted devono essere univoci. Quindi, verificare che tutti i nomi dei campi nel file siano univoci prima della pubblicazione.

La seguente procedura illustra come aggiungere un file CVS dalla propria unità locale e pubblicarlo.

  1. Verificare di avere effettuato l'accesso e di disporre dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer ospitati.
  2. Aprire Contenuti > I miei contenuti, cliccare Nuovo elemento e cliccare Dispositivo.
  3. Trova il file sul dispositivo.
  4. Selezionare il file e fare clic su Apri.
  5. I file CSV devono essere formattati e salvati come .csv.

  6. Scegliere Aggiungi CSV e crea un layer feature hosted.
  7. Fare clic su Avanti.
  8. Esamina i campi inclusi e modifica dove necessario.

    Se i tipi di campo possono essere identificati, sono impostati automaticamente, ma i tipi di campo possono essere modificati.

  9. Scegliere un Fuso orario per i campi data nel file CSV.

    Per impostazione predefinita, si presume che i campi data contengano valori di data e ora in formato UTC. Se i campi data memorizzano valori che utilizzano un fuso orario diverso, scegliere questo fuso orario. Osservare che il fuso orario selezionato viene applicato a tutti i campi data nel file CSV. Se il Feature Layer hosted viene in seguito sovrascritto utilizzando i dati aggiornati, viene utilizzato il fuso orario specificato al momento della pubblicazione iniziale.

    Per informazioni sulle considerazioni sul fuso orario e i formati di data e ora supportati, vedere File CSV, TXT e GPX.

    Suggerimento:

    È possibile configurare popup per visualizzare l'ora.

  10. Fare clic su Avanti.
  11. Scegliere le informazioni nel file da utilizzare per localizzare le feature.
    • Se il file contiene le coordinate, scegliere se usare Latitudine e longitudine, Sistema di riferimento della griglia militare (MGRS). o Coordinate griglia nazionale degli Stati Uniti.S
    • Scegliere gli indirizi o i nomi dei luoghi se il file contiene nomi di luogi, per esempio, Westminster Abbey o Panama Canal, o gli indirizzi.
    • Se si desidera creare un layer di tabella non spaziale, scegliere Nessuno.
  12. Se si stanno posizionando feature basate su indirizzi o nomi di luoghi e l'organizzazione dispone di posizionatori multipli configurati, cliccare Impostazioni avanzate della posizione e scegliere il posizionatore che si desidera utilizzare.
    Nota:

    È necessario configurare il portale per l'uso di un Locator (Utility Service di Geocoding) che esegue automaticamente la geocodifica in batch per pubblicare un file CSV contenente indirizzi. Se quando si aggiunge il file l'opzione per la pubblicazione non è disponibile, contattare l'amministratore dell'organizzazione.

  13. Se il file contiene indirizzi, cliccare Impostazioni avanzate della posizione e usare l'elenco a discesa Regione per specificare il apese nel quale gli indirizzi sono posizionati. Nel caso in cui il file contenga indirizzi di diversi paesi o di un paese non presente in elenco, selezionare Mondo.

    Per impostazione predefinita, il localizzatore aggiunge un campo che memorizza la posizione delle coordinate per ciascuna feature. È possibile scegliere di includere campi aggiuntivi che forniscono informazioni relative al processo di geocodifica, come ad esempio quanto le informazioni sulla posizione nel file di input corrispondono a una posizione nel servizio di localizzazione.

  14. Scegliere se i campi della posizione sono basati su uno o più campi.
  15. Fare clic su Avanti.
  16. Digitare il titolo.
  17. Scegliere una cartella in I miei contenuti dove si desidera salvare l'elemento.
  18. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento.

    È possibile anche iniziare a digitare un nome di una categoria per restringere l'elenco delle categorie.

  19. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. Parco nazionale è considerato un tag, mentre Parco,nazionale sono due tag.

  20. Facoltativamente, digitare un riepilogo che descrive i dait.
  21. Fare clic su Salva.

Il file di dati e il feature layer verranno aggiunti separatamente a I miei contenuti. Per testare il nuovo feature layer ospitato dopo che è stato pubblicato, provare a visualizzarlo in Map Viewer.

Se è stato pubblicato un file CSV contenente indirizzi o luoghi, è possibile rivedere e correggere eventuali record non inseriti nella mappa o inseriti in modo errato. È possibile rivedere immediatamente le posizioni inMap Viewer classico oppure scegliere di rivederle in un secondo momento. Per ulteriori informazioni, consultare Verificare posizione. A questo punto, è possibile solo rivedere le posizioni in Map Viewer classico.

Per impostazione predefinita, soltanto l’utente e l’amministratore hanno accesso al Feature Layer hosted. Per consentire l’accesso ad altri, condividere il layer e il file con tutti (il pubblico), con l’organizzazione o con i membri di gruppi specifici. È possibile modificare i dettagli elemento e modificare le impostazioni dei feature layer.

Per condividere il feature layer ospitato come una copia in una collaborazione distribuita, è necessario abilitare la sincronizzazione.

Tenere presente che, per impostazione predefinita, vengono restituiti solo 2.000 record alla volta quando si disegna o si interroga un Feature Layer. È possibile aggiornare tale limite sui feature layer hosted esistenti dalle proprietà del servizio in ArcGIS Server Manager. Connettersi al server di hosting e impostare la proprietà Numero massimo di record restituiti per server sul valore desiderato per ciascun each.

Pubblicare un file Excel

Excel (.xlsx o .xls) sul sito Web del portale e pubblicare un layer ospitato da uno dei fogli di lavoro. Se il foglio di lavoro contiene informazioni di latitudine o longitudine, nomi di luoghi o indirizzi, è possibile pubblicare un feature layer ospitato direttamente dal foglio di lavoro. Le feature vengono pubblicate nel sistema di coordinate Web Mercator WGS 1984 (Auxiliary Sphere). Se nel foglio di lavoro non sono presenti informazioni spaziali, è possibile pubblicare un Table Layer.

Nota:

Questi file non applicano nomi di campo univoci, ma i nomi dei campi nei feature layer hosted devono essere univoci. Quindi, verificare che tutti i nomi dei campi nel file siano univoci prima della pubblicazione.

La seguente procedura illustra come aggiungere un file Excel dalla propria unità locale e pubblicarlo.

  1. Verificare di avere effettuato l'accesso e di disporre dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer ospitati.
  2. Aprire Contenuti > I miei contenuti, cliccare Nuovo elemento e cliccare Dispositivo.
  3. Trova il file sul dispositivo.
  4. Selezionare il file e fare clic su Apri.
  5. Scegliere Aggiungi documento Microsoft Excel e crea un layer feature hosted.
  6. SSe il file contiene più fogli di lavoro, scegliere quello che si desidera pubblicare dall'elenco a discesa Pubblica questo foglio.

    Per impostazione predefinita, viene pubblicato il primo foglio nel foglio di lavoro.

  7. Cliccare Avanti.
  8. Esamina i campi inclusi e modifica dove necessario.

    Se i tipi di campo possono essere identificati, sono impostati automaticamente, ma i tipi di campo possono essere modificati.

  9. Scegliere un Fuso orario per i campi data nel file.

    Per impostazione predefinita, si presume che i campi data contengano valori di data e ora in formato UTC. Se i campi data memorizzano valori che utilizzano un fuso orario diverso, scegliere questo fuso orario. Osservare che il fuso orario selezionato viene applicato a tutti i campi data nel file. Se il Feature Layer hosted viene in seguito sovrascritto utilizzando i dati aggiornati, viene utilizzato il fuso orario specificato al momento della pubblicazione iniziale.

    Suggerimento:

    È possibile configurare popup per visualizzare l'ora.

  10. Scegliere le informazioni nel file da utilizzare per localizzare le feature.
    • Se il file contiene le coordinate, scegliere se usare Latitudine e longitudine, Sistema di riferimento della griglia militare (MGRS). o Coordinate griglia nazionale degli Stati Uniti.S
    • Scegliere gli indirizzi o i nomi dei luoghi se il file contiene nomi di luogi, per esempio, Westminster Abbey o Panama Canal, o gli indirizzi.
    • Se si desidera creare un layer di tabella non spaziale, scegliere Nessuno.
  11. Se si stanno posizionando feature basate su indirizzi o nomi di luoghi e l'organizzazione dispone di posizionatori multipli configurati, cliccare Impostazioni avanzate della posizione e scegliere il posizionatore che si desidera utilizzare.
    Nota:

    È necessario configurare il portale per l'uso di un Locator (Utility Service di Geocoding) che esegue automaticamente la geocodifica in batch per pubblicare un file Excel contenente indirizzi. Se quando si aggiunge il file l'opzione per la pubblicazione non è disponibile, contattare l'amministratore dell'organizzazione.

  12. Se il file contiene indirizzi, cliccare Impostazioni avanzate della posizione e usare l'elenco a discesa Regione per specificare il apese nel quale gli indirizzi sono posizionati. Nel caso in cui il file contenga indirizzi di diversi paesi o di un paese non presente in elenco, selezionare Mondo.
  13. Scegliere se i campi della posizione sono basati su uno o più campi.
  14. Esaminare i campi relativi alla posizione (se esistenti). Se il portale è in grado di identificare quali campi contengono le informazioni sulla posizione, li imposta automaticamente. Tuttavia, se necessario è possibile modificare i campi della posizione cliccando all'interno della cella.
  15. Fare clic su Avanti.
  16. Digitare il titolo.
  17. Scegliere una cartella in I miei contenuti dove si desidera salvare l'elemento.
  18. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È possibile anche iniziare a digitare un nome di una categoria per restringere l'elenco delle categorie.
  19. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. Parco nazionale è considerato un tag, mentre Parco,nazionale sono due tag.

  20. Facoltativamente, digitare un riepilogo che descrive i dait.
  21. Fare clic su Salva.

Il file di dati e il feature layer verranno aggiunti separatamente a I miei contenuti. Per testare il nuovo feature layer ospitato dopo che è stato pubblicato, provare a visualizzarlo in Map Viewer.

Se è stato pubblicato un file Excel contenente indirizzi o luoghi, è possibile rivedere e correggere eventuali record non inseriti nella mappa o inseriti in modo errato. È possibile rivedere immediatamente il layer inMap Viewer classico oppure scegliere di rivederlo in un secondo momento. Per ulteriori informazioni, consultare Verificare posizione. A questo punto, è possibile solo rivedere le posizioni in Map Viewer classico.

Per impostazione predefinita, soltanto l’utente e l’amministratore hanno accesso al Feature Layer hosted. Per consentire l’accesso ad altri, condividere il layer e il file con tutti (il pubblico), con l’organizzazione o con i membri di gruppi specifici. È possibile modificare i dettagli elemento e modificare le impostazioni dei feature layer.

Per condividere il feature layer ospitato come una copia in una collaborazione distribuita, è necessario abilitare la sincronizzazione.

Pubblicare uno shapefile

Per abilitare per il Web i Feature Layer ottenuti da shapefile (compressi in un file .zip), caricare il file .zip nel portale e pubblicare. Il Feature Layer così ottenuto viene pubblicato come servizio nel server di hosting del portale. Questi servizi vengono definiti Feature Layer hosted.

I seguenti passaggi illustrano come pubblicare feature dal sito Web del portale utilizzando uno shapefile. Le feature vengono pubblicate nel sistema di coordinate Web Mercator WGS 1984 (Auxiliary Sphere).

  1. Verificare di avere effettuato l'accesso e di disporre dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer ospitati.
  2. Aprire Contenuti > I miei contenuti, cliccare Nuovo elemento e cliccare Dispositivo.
  3. Trova il file sul dispositivo.
  4. Selezionare il file e fare clic su Apri.
  5. Gli shapefile devono essere compressi come file.zip contenenti .shp, .shx,.dbf e file .prj.

    Se il file.zip contiene più shapefile, questi vengono inclusi tutti nel Feature Layer.

  6. Quando si aggiunge un file .zip, è necessario specificare il tipo di contenuti nel file. Scegliere il formato dei dati dal menu a discesa Tipo elemento.

    Non è possibile caricare il file se si specifica il tipo di contenuto errato.

  7. Scegliere Aggiungi e crea un layer feature hosted.
  8. Fare clic su Avanti.
  9. Digitare il titolo.
  10. Scegliere una cartella in I miei contenuti dove si desidera salvare l'elemento.
  11. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È possibile anche iniziare a digitare un nome di una categoria per restringere l'elenco delle categorie.
  12. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. Parco nazionale è considerato un tag, mentre Parco,nazionale sono due tag.

  13. Facoltativamente, digitare un riepilogo che descrive i dait.
  14. Fare clic su Salva.

Il file di dati e il feature layer verranno aggiunti separatamente a I miei contenuti. Per testare il nuovo feature layer ospitato dopo che è stato pubblicato, provare a visualizzarlo in Map Viewer.

Se si pubblica uno o più shapefile contenenti metadati, tali metadati vengono inclusi nei layer del feature layer hosted. Se visualizzati dalla pagina dell'elemento del feature layer hosted, i metadati appaiono nello stile metadati configurato per il portale.

Per impostazione predefinita, soltanto l’utente e l’amministratore hanno accesso al Feature Layer hosted. Per consentire l’accesso ad altri, condividere il layer e il file con tutti (il pubblico), con l’organizzazione o con i membri di gruppi specifici. È possibile modificare i dettagli elemento e modificare le impostazioni dei feature layer.

Per condividere il feature layer ospitato come una copia in una collaborazione distribuita, è necessario abilitare la sincronizzazione.

Tenere presente che, per impostazione predefinita, vengono restituiti solo 2.000 record alla volta quando si disegna o si interroga un Feature Layer. È possibile aggiornare tale limite sui feature layer hosted esistenti dalle proprietà del servizio in ArcGIS Server Manager. Connettersi al server di hosting e impostare la proprietà Numero massimo di record restituiti per server sul valore desiderato per ciascun each.

Pubblicare un file GeoJSON

Per abilitare per il Web i Feature Layer ottenuti da file GeoJSON (.geojson o .json), caricare il file nel portale e pubblicare. Il Feature Layer così ottenuto viene pubblicato come servizio nel server di hosting del portale. Questi servizi vengono definiti Feature Layer hosted.

Per pubblicare il file GeoJSON deve essere più piccolo di 100 MB.

I seguenti passaggi illustrano come pubblicare feature dal sito Web del portale utilizzando uno shapefile o un file GeoJSON. Le feature vengono pubblicate nel sistema di coordinate Web Mercator WGS 1984 (Auxiliary Sphere).

  1. Verificare di avere effettuato l'accesso e di disporre dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer ospitati.
  2. Aprire Contenuti > I miei contenuti, cliccare Nuovo elemento e cliccare Dispositivo.
  3. Trova il file sul dispositivo.
  4. Selezionare il file e fare clic su Apri.
  5. Scegliere Aggiungi e crea un layer feature hosted.
  6. Fare clic su Avanti.
  7. Digitare il titolo.
  8. Scegliere una cartella in I miei contenuti dove si desidera salvare l'elemento.
  9. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È possibile anche iniziare a digitare un nome di una categoria per restringere l'elenco delle categorie.
  10. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. Parco nazionale è considerato un tag, mentre Parco,nazionale sono due tag.

  11. Facoltativamente, digitare un riepilogo che descrive i dait.
  12. Fare clic su Salva.

Il file di dati e il feature layer verranno aggiunti separatamente a I miei contenuti. Per testare il nuovo feature layer ospitato dopo che è stato pubblicato, provare a visualizzarlo in Map Viewer.

Per impostazione predefinita, soltanto l’utente e l’amministratore hanno accesso al Feature Layer hosted. Per consentire l’accesso ad altri, condividere il layer e il file con tutti (il pubblico), con l’organizzazione o con i membri di gruppi specifici. È possibile modificare i dettagli elemento e modificare le impostazioni dei feature layer.

Per condividere il feature layer ospitato come una copia in una collaborazione distribuita, è necessario abilitare la sincronizzazione.

Tenere presente che, per impostazione predefinita, vengono restituiti solo 2.000 record alla volta quando si disegna o si interroga un Feature Layer. È possibile aggiornare tale limite sui feature layer hosted esistenti dalle proprietà del servizio in ArcGIS Server Manager. Connettersi al server di hosting e impostare la proprietà Numero massimo di record restituiti per server sul valore desiderato per ciascun each.

Pubblicare una raccolta feature

Se i dati devono essere modificati da più persone, è possibile pubblicare la raccolta feature come un Feature Layer hosted, condividere il layer, abilitare la modifica e utilizzare il Feature Layer nella mappa.

Nota:

Se si modifica la simbologia per singoli punti della raccolta feature, tale modifica non viene mantenuta quando si pubblica la raccolta di feature come Feature Layer hosted.

  1. Aprire i dettagli dell'elemento della raccolta feature da pubblicare come Feature Layer hosted.
  2. Fare clic su Pubblica.
  3. Utilizzare il titolo predefinito del Feature Layer hosted o digitarne uno nuovo.
  4. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È anche possibile usare la casella Filtra categorie per restringere l'elenco delle categorie.
  5. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. edifici pubblici è un tag, mentre pubblici, edifici sono due tag.

  6. Fare clic su Pubblica per creare il Feature Layer hosted.

Un Feature Layer hosted viene creato e aggiunto al contenuto.

A questo punto è possibile condividere il layer hosted, abilitare la modifica e aggiungere il Feature Layer alla mappa.

Pubblicare i contenuti di un file Geodatabase

È possibile accedere al sito Web del portale e pubblicare un Feature Layer da un geodatabase file (compresso in un file .zip) archiviato nel computer in uso. Il Feature Layer così ottenuto viene pubblicato come servizio nel server di hosting del portale. Tale servizio viene definito Feature Layer hosted.

La pubblicazione dei contenuti del file Geodatabase è un flusso di lavoro utile se il geodatabase contiene solo alcuni dataset.

È possibile pubblicare i seguenti tipi di dati in un Feature Layer hosted da un file Geodatabase:

  • Feature Class (coordinate x e y; le coordinate z e m vengono rimosse)
  • Tabelle
  • Allegati
  • Relationship Class

Le feature vengono pubblicate nel sistema di coordinate Web Mercator WGS 1984 (Auxiliary Sphere).

Altri tipi di dati, come raster, reti e fogli catastali, rimangono nel geodatabase ma non vengono inclusi nel Feature Layer hosted pubblicato.

Attenersi alla procedura seguente per aggiungere un file Geodatabase al portale e pubblicarne i contenuti come Feature Layer hosted.

  1. Verificare di avere effettuato l'accesso e di disporre dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer ospitati.
  2. Aprire Contenuti > I miei contenuti, cliccare Nuovo elemento e cliccare Dispositivo.
  3. Trova il file sul dispositivo.

    Il file geodatabase deve essere incluso in un file .zip.

  4. Selezionare il file e fare clic su Apri.
  5. Quando si aggiunge un file .zip, è necessario specificare il tipo di contenuti nel file. Scegliere il formato dei dati dal menu a discesa Tipo elemento.

    Non è possibile caricare il file se si specifica il tipo di contenuto errato.

  6. Scegliere Aggiungi e crea un layer feature hosted.
  7. Fare clic su Avanti.
  8. Digitare il titolo.
  9. Scegliere una cartella in I miei contenuti dove si desidera salvare l'elemento.
  10. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È possibile anche iniziare a digitare un nome di una categoria per restringere l'elenco delle categorie.
  11. Facoltativamente, digitare i termini di tag separati da virgole.

    I tag sono parole o brevi frasi che descrivono l'elemento e consentono di trovarlo tramite le ricerche. Parco nazionale è considerato un tag, mentre Parco,nazionale sono due tag.

  12. Facoltativamente, digitare un riepilogo che descrive i dait.
  13. Fare clic su Salva.

I dati supportati nel geodatabase file viene pubblicato come Feature Layer hosted. Il caricamento del file e la pubblicazione può richiedere tempo. Al termine della pubblicazione, è possibile verificare il nuovo Feature Layer visualizzandolo in Map Viewer. Le viste nel file geodatabase non vengono pubblicate ma restano nel file geodatabase.

Se le feature class nel file geodatabase contengono metadati, tali metadati vengono inclusi nei layer del feature layer hosted. Per ogni layer che presenta metadati, è possibile visualizzare i metadati dalla pagina dell'elemento del feature layer hosted e i metadati appaiono nello stile metadati configurato per il portale.

Per impostazione predefinita, soltanto l’utente e l’amministratore hanno accesso al Feature Layer hosted. Per consentire l’accesso ad altri, condividere il layer e il file con tutti (il pubblico), con l’organizzazione o con i membri di gruppi specifici. È possibile modificare i dettagli elemento e modificare le impostazioni dei feature layer.

Tenere presente che, per impostazione predefinita, vengono restituiti solo 2.000 record alla volta quando si disegna o si interroga un Feature Layer. È possibile aggiornare tale limite sui feature layer hosted esistenti dalle proprietà del servizio in ArcGIS Server Manager. Connettersi al server di hosting e impostare la proprietà Numero massimo di record restituiti per server sul valore desiderato per ciascun each.

Pubblicare da ArcGIS Pro

Quando si pubblica un feature layer in ArcGIS Enterprise da ArcGIS Pro con l'opzione di copiare i dati, viene creato un feature layer hosted, i dati feature vengono copiati dall'origine in ArcGIS Enterprise e il feature layer hosted fa riferimento ai dati copiati e non all'origine dati.

Le istruzioni per la pubblicazione di un feature layer hosted da ArcGIS Pro sono disponibili nella guida di ArcGIS Pro.

Nota:

Se i layer nella mappa di ArcGIS Pro presentano query di definizione applicate, ArcGIS applica tali query all'hosted feature layer pubblicato. Tuttavia, tutti i dati vengono copiati in ArcGIS Enterprise. Se si desidera pubblicare un sottoinsieme dei dati, è necessario esportarlo in un'altra Feature Class e pubblicarlo.

Creare da un modello o Feature Layer esistente

Per duplicare le proprietà dei layer consentendo ai membri dell'organizzazione di compilare il nuovo layer con nuove feature, creare un feature layer hosted da un feature layer esistente o da un modello.

È possibile, ad esempio, impostare un feature layer in modo che visualizzi il perimetro di un incendio in corso. In tal modo quando si verifica un nuovo incendio, è possibile creare un Feature Layer vuoto da quello esistente e popolare il nuovo layer con i confini e gli attributi del nuovo incendio.

In alternativa, è possibile usare un modello nella categoria Costruisci un layer per creare un hosted feature layer vuoto senza usare lo schema di un layer esistente. In questo scenario, si aggiungono campi, si definiscono elenchi e intervalli di attributi, si definiscono modelli di feature e si configurano altre impostazioni richieste dopo la creazione del feature layer hosted.

Attenersi alla procedura seguente per creare un Feature Layer hosted da un modello o un altro Feature Layer.

  1. Verificare di aver effettuato l'accesso con un account che dispone dei privilegi per creare contenuti e pubblicare feature layer hosted, quindi fare clic sulla scheda I miei contenuti della pagina dei contenuti.
  2. Cliccare Nuovo elemento e scegliere Layer feature.
  3. Scegliere un Feature Layer hosted esistente che contiene i layer e gli schemi che si vogliono applicare sul nuovo Feature Layer.

    Questa operazione non aggiunge né copia feature nel Feature Layer hosted: verranno solo definiti i layer e gli schemi del nuovo Feature Layer hosted.

    A tale scopo sono disponibili diversi approcci:

    • Fare clic sulla scheda Da modello, selezionare uno dei Feature Layer di modello forniti da Esri e fare clic su Crea.
    • Fare clic sulla scheda Layer esistente per utilizzare un Feature Layer hosted della propria organizzazione. Cercare o passare al Feature Layer esistente che si desidera utilizzare, selezionarlo e fare clic su Crea.
    • Fare clic sulla scheda Da URL, digitare l'URL di un Feature Layer esistente, quindi fare clic su Avanti.

    Indipendentemente dall'approccio adottato, selezionare la casella di controllo accanto a ciascun layer che si desidera includere nel nuovo Feature Layer. È necessario selezionare almeno un layer. Per rinominare un layer, fare clic sullo stesso e digitare un nuovo nome.

    Fare clic su Acquisisci informazioni sul ricevitore GPS per aggiungere campi metadati GPS a layer puntuali e memorizzare informazioni GPS quali nome ricevitore, precisione e tipo di correzione. Quando si modifica il layer in ArcGIS Collector, i metadati GPS vengono registrati automaticamente. Per maggiori informazioni sui metadati GPS, consultare Prepararsi per la raccolta dati ad alta precisione nella guida di ArcGIS Collector.

    Quando sono stati selezionati tutti i layer desiderati, fare clic su Avanti.

  4. Definire l'estensione predefinita desiderata per il nuovo Feature Layer eseguendo il pan e lo zoom sulla mappa presentata nella finestra di dialogo Nuovo Feature Layer hosted o digitare le coordinate di latitudine e longitudine. Una volta terminato, fare clic su Avanti.

    Questa operazione consente di restringere l'ambito del layer durante la prima modifica.

  5. Digitare un titolo, i tag e un riepilogo per il nuovo hosted feature layer.
  6. Se l'amministratore dell'organizzazione ha configurato categorie di contenuti, fare clic su Assegna categoria e selezionare fino a 20 categorie per facilitare il ritrovamento dell'elemento. È anche possibile usare la casella Filtra categorie per restringere l'elenco delle categorie.
  7. Scegliere la cartella in cui salvare il nuovo feature layer hosted. Fare clic su Fine per pubblicare il nuovo layer.

    Compare la pagina dei dettagli elemento del nuovo Feature Layer hosted.

  8. Nota:

    Per impostazione predefinita, la modifica, la sincronizzazione e il monitoraggio delle modifiche sono abilitati nel nuovo hosted feature layer, rendendolo già pronto per la raccolta dati. Se si desidera evitare che altre persone lo possano modificare immediatamente, disabilitare la modifica deselezionando la casella di controllo Abilita modifica nella scheda Impostazioni della pagina degli elementi dell'hosted feature layer.